Calcolo dei corrispettiviTariffa per Variazioni semplici
Variazioni Semplici a Tariffa Fissa (5%):

- Modifica ragione sociale;
- Modifica della sede sociale;
- Inserimento possesso requisiti qualità;
- Rinnovo certificato di qualità già posseduto e indicato nell’attestato;
- Annullamento o mancato rinnovo della certificazione di qualità aziendale che comporta solo l’automatico ridimensionamento delle qualificazioni possedute alla II classifica.
- Modifica attestazione a causa della riduzione dei requisiti speciali (minor numero di categorie rispetto alla precedente attestazione);
- Modifica attestazione a causa della riduzione dei requisiti speciali (minor numero di classifiche rispetto alla precedente attestazione);
- Modifica attestazione per impresa già facente parte di consorzio stabile a causa dell’adesione di una nuova impresa allo stesso consorzio stabile.

Per tali variazioni la tariffa da applicare è determinata, in misura fissa, pari a € 276,07.


Variazioni Semplici a Tariffa Proporzionale (5%)

-Trasformazione societaria in cui non vi è trasferimento di azienda né di un suo ramo;

-Annullamento o mancato rinnovo della certificazione di qualità aziendale che comporta il ridimensionamento delle qualificazioni possedute causa perdita dell’Incremento Convenzionale Premiante.
-Adesione dell’impresa richiedente a consorzio stabile.

Per tali variazioni il corrispettivo sarà pari al 5 % della tariffa di cui all’allegato C del D.P.R. 207/2010 in cui N e C sono rispettivamente il numero delle categorie e la sommatoria degli importi delle classifiche possedute dall’impresa indicate nella precedente attestazione.


Variazioni Semplici a Tariffa Fissa (10%):

-Variazione della rappresentanza legale e/o della direzione tecnica di cui all’art.87, comma 3 e all’art. 248, comma 5 del Regolamento.

Per tali variazioni la tariffa da applicare è determinata , in misura fissa , pari al 10% di quella minima di cui al punto 1, da applicare a ciascun soggetto da sottoporre a verifica.

Per tali variazioni il corrispettivo è determinato nella misura fissa di € 552,14.


Variazione del Direttore tecnico che ha consentito la qualificazione ai sensi dell'art. 79 comma 14, del Regolamento.

Per tali variazioni il corrispettivo sarà pari al 10% della tariffa di cui all’allegato C del D.P.R. 207/2010 in cui N e C sono rispettivamente il numero delle categorie e la sommatoria degli importi delle classifiche possedute dall’impresa indicate nella precedente attestazione.


Nel caso in cui si debba procedere contemporaneamente a variazioni relative a più tipologie, i parametri sopra indicati sono ulteriormente abbattuti del 50%.